Esenzione imposta di registro – aste immobiliari

Esenzione imposta di registro del 9% per gli immobili acquistati all’asta entro il 31 dicembre 2016 Quindi dopo la possibilità di acquistare con mutuo anche alle aste immobiliari, l’esecutivo attraverso il decreto sul credito cooperativo, ha introdotto l’esenzione imposta di registro del 9% per gli immobili acquistati all’asta entro il 31 dicembre 2016, sostituita da una tassa fissa di 200 euro. Con un’unica condizione: che tali beni siano rivenduti entro 24 mesi. Negli anni abbiamo vissuto un interesse sempre maggiore da parte dell’esecutivo per il mondo delle aste immobiliari. Tale interesse è giustificabile dalle statistiche: 76.675, sono le aste immobiliari che si sono tenute in Italia nel 2014 (+57,94% rispetto al 2011). Vediamo di fare un po’ di chiarezza, l’acquisto Continua…

Leasing immobiliare anche per i privati

Il leasing immobiliare si presenta come nuovo strumento per i privati per accedere al credito in maniera agevolata rispetto alle dinamiche più ingessate del contratto di mutuo. Il leasing immobiliare non è una vera e propria novità in materia, era infatti previsto per le aziende, ma grazie alla legge di Stabilità 2016 è stata allargata la possibilità di accedere a questo tipo di finanziamento anche alle persone fisiche. Il leasing immobiliare: il nuovo strumento per acquistare casa Il leasing immobiliare è un leasing finanziario e quindi non il contratto non si concluderà direttamente con produttrice (come accade per il leasing operativo), ma con una terza società (detta società di leasing) che acquisterà l’immobile dal produttore per poi sottoscrivere un successivo contratto di locazione Continua…

Casa nuova ai Lidi Ferraresi? oggi una detrazione 50%

Hai sempre desiderato una casa nuova ai Lidi Ferraresi? Ora è possibile! Stai cercando casa ai lidi ferraresi? hai sempre cercato fra vari privati la famosa “occasione” quando il tuo sogno era una casa nuova? Adesso è il momento di acquistare la tua casa nuova ai lidi ferraresi! Grazie alla legge di stabilità 2016 le persone ​fisiche​ acquirenti (si proprio tu che stai leggendo) avranno la possibilità di ​detrarre dall’​lrpef il 50%​ dell’Iva corrisposta sull’acquisto di unità immobiliari residenziali di classe energetica A/B, cedute direttamente dalle imprese costruttrici /ristrutturatrici. Ma vediamo di fare un po’ di chiarezza: Prima di tutto l’immobile che vado ad acquistare deve essere una unità immobiliare residenziale di classe energetica A/B; L’acquirente deve essere necessariamente una persona fisica Continua…

amministratore di condominio: 10 cose da sapere

L’amministratore di condominio… E’ una figura che ormai è entrata nella vita quotidiana di molti italiani, ma sappiamo davvero quali sono le sue funzioni, le sue responsabilità e le sue competenze? Dopo esserci occupati dell’assemblea condominiale (leggi l’articolo “assemblea condominiale: 10 cose da sapere”), ed essere ormai esperti in materia (spero tu colga l’ironia, diventare esperti in materia di condominio è impresa assai ardua), vorrei proseguire con altri quesiti che alcuni miei conoscenti mi hanno posto durante l’ultimo periodo.   1. Abbiamo visto che l’amministratore di condominio può essere anche un condomino, ma chi si presenta per la carica di amministratore può votare per sé? No, il voto del condomino che si presenta per la carica di amministratore di condominio non può Continua…

Cani e condominio: se abbaiano incessantemente? i vicini li devono sopportare.

Oggi sul nostro blog ospitiamo Marta Jerovante che ci racconterà una curiosa sentenza della Cassazione riguardante l’attualissimo tema del cd. reato di disturbo alle occupazioni e al riposo delle persone e dei cani e condominio . Il caso – cani e condominio. La controversia nasce dall’impugnazione di una sentenza di condanna alla pena dell’ammenda, inflitta ai proprietari di alcuni cani, giudicati colpevoli di non avere impedito il continuo abbaiare dei loro animali (art. 659 c.p. – reato di disturbo alle occupazioni e al riposo delle persone) . La sentenza del Tribunale territoriale è giunta direttamente in Cassazione – trattandosi di sentenza inappellabile ex art. 593, comma 3, c.p.p. -, dinanzi alla quale i ricorrenti hanno in particolare lamentato l’insussistenza della cd. Continua…

Transfer Pricing: il confronto del prezzo

Il metodo del confronto del prezzo (comparable uncontrolled pricing or CUP method).   Il criterio del confronto del prezzo consente di stabilire se una transazione è stata condizionata da regole estranee a quelle del mercato comparando il prezzo di una proprietà o servizi trasferito in una transazione controllata, al prezzo per una proprietà o servizi trasferito in una transazione paragonabile non controllata in circostanze paragonabili[1]. Manuale del transfer pricing Il prezzo stabilito dalle parti, pertanto, viene assunto quale indice rivelatore dell’anomalia delle condizioni della transazione tra associate: se infatti, da tale analisi emerge una differenza tra il prezzo stabilito e il corrispondente valore in condizioni di libera concorrenza, ciò può indicare che le relazioni commerciali e finanziarie delle imprese non sono Continua…

Rent to buy: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Tassazione a due vie, la finalità della quota di canone pagata dall’affittuario fa la differenza In sostanza, spiega il documento di prassi, in tema di rent to buy, il trattamento fiscale da applicare al canone corrisposto dal locatario deve essere diversificato tenendo conto della funzione specifica, per il godimento dell’immobile o come acconto sul prezzo finale di trasferimento, per la quale le somme sono pagate dall’affittuario al proprietario. Nel primo caso quindi, prosegue la circolare, trovano applicazione le disposizioni previste per i contratti di locazione, sia per le imposte dirette che per quelle indirette, mentre per la quota di canone versata come anticipazione del corrispettivo pattuito per la vendita dell’immobile si applicherà la normativa fiscale prevista per gli acconti- prezzo. Continua…

Protocollo d’intesa su trasferimenti immobiliari tra ingegneri e notai

Il Consiglio Nazionale del Notariato dopo aver già firmato un protocollo facoltativo con il Consiglio Nazionale dei Geometri per rendere più sicure le compravendite immobiliari, si è prodigata nel produrre un nuovo protocollo d’intesa in materia di trasferimenti immobiliari con il Consiglio Nazionale degli Ingegneri. L’accordo prevede la redazione di una perizia tecnica dalla quale risulti l’esatta descrizione degli immobili, la conformità catastale allo stato di fatto e l’esame edilizio e urbanistico degli stessi. La perizia deve contenere l’indicazione degli accertamenti svolti e la descrizione dell’immobile oggetto del trasferimento, con tutti i dettagli utili quali l’ubicazione, la modalità di accesso dalla pubblica viabilità, la destinazione d’uso e le caratteristiche per i fabbricati nonché la destinazione urbanistica, la conformazione, la morfologia Continua…

Transfer Pricing: seconda parte.

Fisionomia del fenomeno e normativa italiana. Manuale del transfer pricing Nella maggior parte dei Paesi il transfer pricing è soggetto a norme speciali applicabili a tutte le transazioni effettuate da un contribuente residente con uno non residente (come ad esempio accade nel nostro Paese). In altri Stati invece, tale normativa è applicabile solo ad alcune tipologie di operazioni, ovvero esistono diverse previsioni normative applicabili a seconda della tipologia dell’operazione (in Argentina, esiste una norma specifica per i trasferimenti di beni e una per i trasferimenti di tecnologia). In alcuni Paesi, invece, non esiste una normativa specifica ed il fenomeno viene trattato attraverso l’applicazione di disposizioni aventi finalità diverse: per esempio, nei Paesi Bassi le verifiche al prezzo di trasferimento sono Continua…

assemblea condominiale: 10 cose da sapere

In molti ne parlano, a tanti è capitato di parteciparvi, le assemblee di condominio fanno parte ormai della vita quotidiana dei cittadini. Le regole che diciplinano questa materia però sono chiare a tutti? Conosciamo esattamente la funzione dell’assemblea condominiale? Sappiamo quali sono i diritti ed i doveri di un condomino? E ancora, sono tutte legittime ed inappuntabili le decisioni che vengono prese durante l’assemblea condominiale? Con questo articolo speriamo di fornirvi alcune informazioni in più che potranno agevolare la vostra vita condominiale. 1) In sede di assemblea condominiale, chi ha la competenza di verificare che la costituzione dell’assemblea sia regolare? Il presidente. Il presidente viene designato dai condomini intervenuti all’adunanza ed ha una importanza notevole nella discussione e nella validitàdelle Continua…